PROBLEMATICHE SUL TERRITORIO

Ogni anno il nostro centro viene contattato per molte problematiche diverse. I nostri volontari intervengono nelle situazioni più disparate per prestare aiuto agli uccelli selvatici in difficoltà.
Fili metallici, vetri, grondaie, camini ecc… rappresentano pericoli molto grandi per l’avifauna. 
Pericoli che hanno ben più impatto di quanto si pensi.

Per esempio le grondaie possono essere una trappola mortale per i giovani, che uscendo dal nido cadono dentro alle tubature rimanendoci intrappolati. 

Questo giovane Passero è stato liberato dai nostri volontari, che poi hanno provveduto a bloccare con una rete metallica a maglie larghe il tubo di scarico della gronda cosi che l’accaduto non si ripeta.

Piccoli accorgimenti come questo sono sempre molto utili possono salvare tantissimi uccelli. Anche se in casa vostra avete un camino sarebbe molto importante applicare una ramina a maglie larghe che permetta al fumo di uscire e impedisca agli animali di entrare.

Anche i vetri purtroppo sono estremamente pericolosi. Nella foto un Torcicollo deceduto dopo la collisione con un vetro. 

L’applicazione di strisce anti-collisione (birdstripes) sulle vetrate, o l’utilizzo di vetri speciali anti-riflessione potrebbe salvare molti uccelli. Per ricevere maggiori informazioni su queste strisce

 

contattarci tramite la mail: info@apusapus.ch

 Uno Zigolo mucciato gravemente ferito nel filo spinato. 

Non sempre gli uccelli trovano spazi idonei per la nidificazione e così capita che usino luoghi che, sebbene inizialmente possano sembrare ospitali, sono in realtà trappole mortali per i nidiacei.
Qui nella foto riportiamo un esempio di una coppia di cinciallegre che ha scelto di nidificare nella cavità di un palo di metallo. I piccoli continuavano a cadere perché lo spazio non era sufficientemente ampio. Abbiamo quindi provveduto a fissare un nido artificiale in cui spostare i nidiacei.

Una cassetta nido posta nella medesima posizione ha messo al sicuro la nidiata.

Siamo anche dovuti intervenire diverse volte in situazioni in cui l’uomo aveva attivamente compiuto azioni che hanno disturbato o ferito un uccello selvatico.

Altro esempio in cui abbiamo dovuto portare soccorso a una famiglia di cinciallegra. In questo caso hanno nidificato in un posacenere di metallo. I nidiacei una volta pronti per uscire dal nido non sarebbero mai riusciti ad arrampicarsi su questa parete perfettamente liscia rimanendo intrappolati all’interno.

Ogni anno, per esempio, siamo attivi nella protezione di alcuni nidi di Cigno reale. Questa specie è diffusa nel territorio Ticinese grazie alla presenza dei grandi laghi e spesso nidifica a stretto contatto con le persone. La presenza dell’uomo è una fonte di disturbo molto seria per queste coppie che cercano di procedere con la cova e il successivo allevamento dei nidiacei venendo continuamente disturbate da passanti, bambini e cani.

Spesso siamo anche dovuti intervenire in situazioni critiche. Come la distruzione di nidi, o il ferimento di animali causato da deterrenti fisici o sonori per impedire la nidificazione degli uccelli.
 
Anche i deterrenti che possono sembrare efficaci e non inquinanti, in realtà comportano molto spesso il ferimento o la morte di adulti che cercano un nido o di raggiungere i loro piccoli.

Qui in foto un esemplare di Rondone maggiore deceduto a causa degli spuntoni anti-piccione. Anche la presenza di reti che impediscono l’accesso al nido puó comportare non pochi problemi per gli uccelli.

Vedi come è possibile allontanare i piccioni segui il link

Queste misure sono assolutamente vietate dalla legge in quanto impediscono agli uccelli di nidificare! Segnala immediatamente all'ufficio caccia e pesca al numero (091 814 28 71) demolizioni, distruzioni di nidi, la posa di reti ...

Siamo a disposizione per consulti, mandateci una mail a info@apusapus.ch

APUS 

Associazione Protezione Uccelli Selvatici

© 2020 APUS