LE TRAPPOLE DELLE
NOSTRE CASE
grondaie e camini

Pulizia grondaie

Con l’autunno arriva anche il momento della pulizia delle grondaie.

Le grondaie possono rappresentare una pericolosa insidia per le specie di uccelli che nidificano nelle cavità delle costruzioni. Lo spazio sotto le tegole dei tetti è un luogo ideale per la loro nidificazione, come è il caso dei rondoni, passeri, ecc.

 

Gli adulti possono rimanere intrappolati nella conca della grondaia, entrando o uscendo dai nidi, e anche per i pulcini è facile finire in “trappola” .
La grondaia di metallo, liscia e scivolosa, impedisce agli uccelli di uscire e, nel tentativo di liberarsi, potrebbero spostarsi lungo la gronda fino ad arrivare al canale di scolo e caderci all'interno.

 

Come mettere quindi in sicurezza le grondaie?


Per impedire che queste circostanze accadano vi consigliamo di porre una rete metallica

a maglie larghe, che vada a “tappare“ il canale di scolo.

Le maglie larghe non impediscono il passaggio all'acqua e ai detriti, ma fanno si che gli animali non possano più cadere all'interno del tubo di scolo. E' utile, inoltre, applicare 

alcune strisce dello stesso materiale ai lati dello scolo, in modo tale che gli uccelli riescano a fare presa sulla superficie e ad arrampicarsi fino ad uscire da essa.


Per una posa più professionale è sicuramente consigliabile rivolgersi a una ditta specializzata nella pulizia delle grondaie e chiedere a loro di installare dei “parafoglie”. Queste sono delle sfere di svariati materiali, collocate alla sommità del tubo di scolo della gronda. A queste si possono aggiungere anche strisce di rete metalliche che permettano la risalita. Se la gronda è molto lunga è consigliabile installarle su più punti di risalita, per evitare che gli animali si stanchino eccessivamente.

Parafoglie

Esempio di messa in sicurezza temporanea di un canale di scolo di una grondaia

Problematica camini

Ogni anno è necessario organizzarsi per la pulizia delle stufe e delle canne fumarie.


Vi starete chiedendo come mai sulla nostra pagina si parli di questo: spesso ci sono arrivate segnalazioni di casi molto delicati, in cui uccelli adulti o giovani in fase raminga sono rimasti incastrati all'interno delle cappe e delle canne fumarie.

 

Ovviamente, la cosa non è sempre di facile soluzione e gli uccelli spesso finiscono per morire di fame all'interno della canna. Spesso perché, quando il proprietario di casa si rende conto della situazione, sono già passati diversi giorni e l’individuo è stremato.

A volte capita anche che questa situazione si verifichi quando gli uccelli scelgono le cappe fumarie per costruire i loro nidi, complice l’inutilizzo estivo dei camini.
Gli adulti riescono ad entrare e uscire agevolmente, ma i nidiacei, arrivati al momento in cui è necessario uscire dal nido, non sono ancora in grado di volare e potrebbero cadere all'interno della canna fumaria. Nel caso delle stufe possono rimanere imprigionati, mentre nel caso dei camini finiscono nelle abitazioni, dove i genitori non possono raggiungerli per nutrirli.

Per ovviare a questo problema ci sono diverse soluzioni.

Giovane rigogolo rimasto intrappolato in una canna fumaria. I continui tentatiti di liberarsi gli hanno provocato gravi danni interni.

E' possibile adattare il camino installando dei cappelli appositi esistenti in commercio che impediscano l’entrata degli uccelli. Oppure, se la casa ha un comignolo verticale, è possibile chiedere allo spazzacamino di installare una rete a maglie larghe, di materiale ignifugo, che “impacchetti” il camino.
In questo modo gli uccelli non potranno più penetrarvi, ma i fumi saranno liberi di uscire. Lo spazzacamino potrà provvedere ogni anno alla pulizia ed eventuale sostituzione la rete. Se la vostra casa è dotata di un comignolo piatto questa soluzione non è adatta, perché si rischia di provocare ostruzioni. In questi casi è meglio valutare con uno specialista la modifica da apportare al comignolo.

La protezione passa attraverso tutti noi, ricordiamocelo sempre.

APUS 

Associazione Protezione Uccelli Selvatici

© 2020 APUS